Giugno: Tempo di Bowls

L’arrivo delle belle giornate offre la possibilità di trascorrere più tempo all’aria aperta e la voglia di cucinare per ore davanti ai fornelli viene sempre meno.

Si cercano alternative più veloci, fresche e se si aggiunge la voglia di perdere qualche chilo, ecco che viene alla mente la solita insalata. Ma è davvero l’unica possibilità?

Dedico questo articolo a tutti coloro che desiderano gustare un piatto fresco che sia anche facile da realizzare, gustoso da assaporare, bello da vedere (anche l’occhio vuole la sua parte) e soprattutto pratico da portare in ufficio e fuori casa.

Bowls: la storia

Il termine bowl, letteralmente tradotto come “ciotola” è un piatto unico, ideale per una pausa pranzo veloce, per una cena leggera e riequilibrante, per un tipico pasto fuori casa.

Conosciuta più precisamente come “Budda bowl”, trae origine da una leggenda che vede come protagoniste le antiche peregrinazioni di monaci buddisti, le cui ciotole, a fine giornata, si riempivano spesso di cibi o fiori.

Si racconta, inoltre, che la forma rotondeggiante di questi piatti ricordi appunto la fisionomia del Budda ma aldilà degli aspetti religiosi, le Bowls sono oggi correlate al concetto di benessere per la loro composizione e per la cura nella scelta degli alimenti.

In origine le bowls rappresentavano piatti unici vegetariani ricchi in cereali, semi e verdure di stagione. L’attuale preparazione prevede l’aggiunta di numerosi alimenti che includono anche fonti di origine animale.

Dalla teoria alla pratica:

Non esiste una ricetta unica per preparare una Bowl e ritengo sia importante assecondare il proprio gusto personale nonché la propria fantasia.

Vi lascio solo alcune indicazioni pratiche che sono alla base di una sana e corretta alimentazione.

  1. Rispetta la stagionalità di frutta e verdura per giovare al massimo delle caratteristiche qualitative e gustative degli alimenti.
  2. Aggiungi una fonte di carboidrati, preferibilmente cereali integrali o pseudocereali come quinoa, grano saraceno, amaranto che sono anche senza glutine e quindi facilmente assimilabili.
  3. Aggiungi una fonte proteica; di origine vegetale come legumi cotti, soia e derivati (tofu, temphe), seitan o di origine animale come formaggi, uova, carne o pesce
  4. Non dimenticare una fonte di grassi: olio extravergine di oliva, semi oleaginosi, avocado, frutta secca

Vi lascio di seguito alcune tra le mie bowl preferite, potete prendere spunto o modificarle a vostro piacimento!

Bowl ricche in verdura

  1. Bowl con riso basmati, zenzero, ceci, zucchine, avocado, limone, olio evo
  2. Bowl di quinoa con salmone, rucola e olio evo
  3. Bowl di cous cous, tacchino, zucchine, melanzane grigliate e olio evo
  4. Bowl di carote, lattuga, petto di pollo, patate lesse, mais, olio evo

Bowl con frutta

  1. Bowl con melone, avocado, primo sale, finocchi, olio evo
  2. Bowls con quinoa rossa,mango, ceci, zucchine, gamberetti, olio evo
  3. Bowl di lattuga,con farro, pomodoro, gamberetti e mela verde, olio evo
  4. Bowl di orzo, rucola, pesche, parmigiano, noci, olio evo

Seguendo piccoli suggerimenti otterrai certamente una Bowl gustosa ed equilibrata e non dimenticare i due ingredienti fondamentali: la cura e la fantasia!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *